Giorni e notti di tensione nel bacino minerario di Gafsa

La scorsa domenica dei giovani hanno bloccato la strada di accesso alla città di Metlaoui per protestare contro l’aumento dei prezzi e delle tasse in seguito alla legge finanziaria 2018. La olizia nel tentativo di sgomberare la strada con gas lacrimogeni ha provocato degli scontri.

Il giorno successivo in altre località della regione vi sono state manifestazioni di giorno da parte di alcuni disoccupati candidati ad un concorso per poter lavorare nella CPG (la compagnia dei fosfati di Gafsa n.d.a.) che denunciano irregolarità e casi di corruzione nella scelta dei candidati. Al calar della sera si sono verificati blocchi stradali in diverse municipalità tra cui Mdhilla e Metlaoui, tutto cio’ si è ripetuto anche nella giornata di martedi.

Ricordiamo che la CPG è il principale produttore di fosfati al mondo, nonostante cio’ il bacino minerario di Gafsa è una delle regioni più povere del paese in cui le famiglie degli operai conducono una vita ben al di sotto della qualità media delle città costiere, con carenza di servizi sanitari, scolastici e universitari e ricreativi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...