SFAX: Studenti della facoltà di lettere in sciopero

Riceviamo e pubblichiamo da Sahar, una studentessa del dipartimento di italiano di Sfax

Giovedì 03 novembre 2016 é iniziato uno sciopero studentesco a tempo indeterminato alla Facoltà di Lettere e Scienze Umane di Sfax contro il nuovo regolamento che riguarda il sistema delle assenze.

All’inizio di quest’anno accademico, l’amministrazione della facoltà ha promulgato questo nuovo regolamento che proibisce allo studente che supera quattro assenze per ogni materia di sostenere l’esame. Un nuovo sistema che ha portato gli studenti, con il supporto dell’UGET (Unione Generale degli Studenti Tunisini), a protestare e chiedere di annullare questo provvedimento che considerano arbitrario.

Gli studenti della facoltà non hanno tutti la stessa età, né le stesse condizioni di vita: alcuni abitano e studiano in città differenti, altri si trovano costretti a lavorare per potere sopravvivere e studiare e alcuni sono sposati e hanno pure figli… Questi studenti non potranno assolutamente presentarsi frequentemente nei corsi e saranno dunque esclusi dagli esami!!

Dopo circa cinque giorni di sciopero, un responsabile dell’unione studentesca ha dichiarato che sono riusciti a trovare delle soluzioni momentanee per i casi particolari: gli studenti che devono lavorare per potere sopravvivere e studiare, e alcuni che sono sposati e hanno anche figli, essi dovranno solo portare i documenti che mostrano le cause che impediscono la loro presenza in facoltà per essere giustificati.

La domanda che uno si può fare in questo caso è: fino a quando il sistema continuerà ad obbligare gli studenti a presentarsi alle lezioni? È questo il metodo giusto? Non bisogna prima di tutto avere la voglia di studiare e essere coscienti dell’importanza del sapere?!! …

Purtroppo il sistema d’educazione tunisino fa di tutto per obbligare lo studente ad essere presente ma non motiva lo studente a seguire i corsi. Perciò, durante questi giorni di sciopero, abbiamo visto aule vuote, professori che tornano a casa senza fare lezione, studenti in sciopero che lottano per i loro diritti, ma anche altri che sono felici per aver avuto l’occasione di evitare le lezioni e andare a fare altro!!

Oggi sostengo le lotte dei studenti che devono e che vogliono avere i loro diritti criticando il sistema e cercando di cambiarlo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...